Italian (Italy)English (United Kingdom)

Main Menù

Marzo 2009
Editoriali - Contatto Diretto
Scritto da IK0FTA   

Aprile, per la propagazione in 6m, è usualmente il primo mese utile per le aperture di E-Sporadico.
Di solito, infatti, verso la fine della seconda decade si cominciano ad avere brevi aperture che "segnalano" il riprendere della propagazione "estiva". Cosa vuol dire questo? Che nelle prossime settimane, nelle nostre orecchie cominceranno a giungere i segnali dei nostri colleghi europei (o del vicino oriente).
In genere aprile non riserva grosse sorprese, 2-3 aperture, verso la fine del mese; usualmente con il Regno Unito, la Francia, la Germania, i Paesi Bassi, la Grecia, la Bulgaria etc.; insomma i "grandi paesi" del contintente europeo dotati di molte stazioni e, spesso, ben attrezzate. Non impossibile il collegamento anche con stazioni di Israele, Cipro etc ma, in questo caso, i fenomeni sono "riservati" (o quantomento più probabili/frequenti) per gli OM dell'Italia meridionale o della costa Adriatica.

Intendiamoci, non parliamo, quindi, di grosse cose; se fossimo in un periodo di buona attività solare (come si spera si avrà a partire dal 2010 in poi per 2-3 anni) avremmo certamente delle soddisfazioni molto più grandi (aprile porta con se i migliori segnali di TEP con delle "propagini" terminali della stagione F2 e degli "anticipi" di Es che, per chi ha pazienza (ed un po' di fortuna), possono corrispondere a dei qso veramente eccezionali ed insperati.
Per il momento accontentiamoci di ciò che passa madre natura con l'Es e godiamoci questo primo mese, pieno, di primavera.

Una possibile, auspicabile, sorpresa potrebbe derivare dalla spedizione 5C2 - 2009 (CN-Marocco, Isola Mogador, IOTA AF-065) che potrebbe essere collegata, in Es o in Ms, per donare, se non un nuovo country, almeno una nuova isola o uno square interessante. Spedizione dal 19 al 26 aprile, sito web http://www.mogador2009.altervista.org/ .

Marzo, appena trascorso, non ha offerto nessuna apertura interessante tuttavia la spedizione E51SIX, curata dal buon Lance, W7GJ, ha permesso alle  stazioni ben attrezzate per effettuare collegamenti EME, di "conquistare" un nuovo country mai collegato prima in Europa, sia in questo particolare modo di riflessione che, credo, ma potrei sbagliarmi, in tutti gli altri modi di propagazione "terrestre".
Aver collegato le isole South Cook via EME è, e sarà, un grosso vanto sicuramente per i fortunati. L'Italia è stata, magistralmente rappresentata da Matteo, IW5DHN, che ha conquistato il new one assoluto con queste sperdute isolette del Pacifico.
Anche io, a dire il vero, mi sono cimentato in vari tentativi di ascolto (purtroppo mai andati a buon fine visto la mia "misera" 6 elementi single yagi senza elevazione su un boom di soli 6m di lunghezza) ma il qso non è risultato facile nemmeno per gli operatori abituali in quanto, come è noto, il sistema JT6A non può proprio essere considerato il "top" nella "sicurezza" dello scambio reciproco dei rapporti. Il JT6A si basa, come è noto, sulla trasmissione di messaggi digitali composti da pochi singoli toni che, particolarmente durante la trasmissione dei rapporti, sono MOLTO limitati tanto da poter essere, casualmente generati, da disturbi vari (oltre che essere confusi con rapporti emessi da altri operatori).
Tale problema è noto tant'è che operatori seri (e smaliziati) riconoscono, facilmente, la maggior parte dei "false decode" ed evitano l'uso delle forme più "aggressive" implementate nel software di K1JT.

E51SIX, comunque, ha dimostrato che le stazioni in grado di lavorare via EME, sulla banda dei 6m sono in rapido aumento tant'è che la spedizione di Lance, sembra, abbia causato un vero "primato" mondiale e, cioè, il primo "pile-up lunare" in 50 Mhz. Tra l'altro, se è vero che ci sono stati alcuni "disguidi" tra i vari qso (dovuti, principalmente, ai problemi della trasmissione dei rapporti dovuti alle limitazioni del software di cui sopra) c'è da dire che pochi, solo 3 anni fa avrebbero pensato ad una diffusione del traffico via luna in 6m ! Per i malpensanti, che potrebbero o vorrebbero ravvisare in queste note un appiglio per attaccare la credibilità dei qso via EME effettuati in JT6A vorrei ricordare, se ce ne fosse bisogno, che spesso anche QSO fatti con modi di trasmissione più "tradizionali" (ssb/cw) vedono dei corrispondenti "fantasma" sia per assenza di segnale che per intervento di terze parti durante i qso (a fine benevolo o malevolo a seconda dei casi) e di ciò se ne hanno esempi in tutte le bande radiantistiche e chi scrive non ne è stato certo immune.

L'attività EME in 6m è il sintomo dei tempi che cambiano, se oggi siamo arrivati a dover fare i conti col pile up via luna, vuol dire che i 50 Mhz sono diventati una delle frequenze più "appetibili" nel mondo del radiantismo ed è questo quello che per NOI veramente conta!

Grazie Lance!

Sergio, IK0FTA


 
Copyright © 2017 SIXITALIA.org. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.