Home Utility Normative 50 Mhz Normativa 50 Mhz
Italian (Italy)English (United Kingdom)

Main Menù

Normativa 50 Mhz
There are no translations available.

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI
DIREZIONE GENERALE PER LE CONCESSIONE E LE AUTORIZZAZIONI
DIV 1 SEZ. 6

- Visto il codice postale e delle telecomunicazioni approvato con D.P.R. del 29 Marzo 1973, n. 156;
- Visto il Decreto Legislativo del 3 Febbraio 1993, n° 29 e successive modifiche ed integrazioni;
- Vista la nota dell'Associazione Radioamatori Italiani in data 2 novembre 1998;

- Viste le disposizioni impartite con circolari del 19 febbraio 1985 e del 16 ottobre 1996 concernenti rispettivamente le autorizzazioni:

1. all'esercizio sul mezzo mobile, escluso quello aereo, delle stazioni radiamatoriali di potenza massima di 10 Watt operante sulle frequenze 144-146 MHz e superiori;

2. all'uso delle bande di frequenze 50-51 MHz, con statuto di servizio secondario, per esperimenti di propagazione alle seguenti condizioni:
- potenza di uscita della stazione di radioamatore 10 watt;
- impiego della banda di frequenze su base di non interferenza, con sospensione del servizio radioamatoriale, in caso si interferenza a circuiti militari;

Visto che il prolungato esercizio delle stazioni di radioamatore nelle suddette bande di frequenze 50-51 MHz non ha dato luogo ad inconvenienti e che, pertanto, sono venute meno le esigenze di subordinare tale esercizio a preventiva autorizzazione;

Visto che l'esercizio delle stazioni di radioamatore nelle bande di frequenze 50-51 MHz non osta la vigente e la prevedibile normativa concernente il piano nazionale di ripartizione delle radiofrequenze;

Al fine di corrispondere alle esigenze dei radioamatori e nell'interesse dello sviluppo dell'attivita' radiantistica;

D E T E R M I N A ART. 1

 L'impiego delle bande di frequenza 50-51 MHz, per scopi di cui in premessa, e' consentito senza previa autorizzazione; permane l'obbligo di sospensione dell'impiego delle frequenze nell'eventualita' di interferenze a servizi pubblici e privati di telecomunicazione;

ART. 2 

Sono consentiti il trasferimento in altra sede e l'utilizzo su mezzo mobile degli apparati operanti sulle bande di frequenza di cui all'art. 1, anche da parte dei titolari di licenza speciale. 

 

IL DIRETTORE GENERALE
(Ing. Antonio Micciarelli)

 Roma, 29 dicembre 1998


 

Con questa nota il Ministero delle Poste e Telecomunicazioni ha considerato concluso il periodo di sperimentazione della banda dei 50 Mhz da parte dei radioamatori consentendone il libero uso, in statuto secondario, a tutti coloro che sono ufficialmente licenziati. Si chiariscono anche quali sono le disposizioni in merito la portatilita' o all'uso sul mezzo mobile. C'e' da notare che e' stato esplicitamente scritto che ORA e' possibile, anche per gli IW, il trasferimento in altra sede o l'uso sul mezzo mobile (questo lascia intendre che, precedentemente, le operazioni effettuate da stazioni prive del traferimento temporaneo della licenza NON potevano essere conciderate legali).

Cio' premesso rammentiamo quali sono le disposizioni in vigore al fine di poter operare in banda 50 Mhz in Italia:

  • essere titolari di licenza Ordinaria o Speciale;
  • utilizzo della banda rammentando che la stessa e' disponibile in base di statuto secondario e di non interferenza. e', percio', OBBLIGATORIA l'immediata cessazione delle trasmissioni in caso di disturbi ad emissioni militari o civili e con essa e' viene vietato l'uso di apparecchiature automatiche non sorvegliate (PONTI, BBS, CLUSTER, BEACONS) salvo apposita autorizzazione dal Ministero delle Comunicazioni;
  • gamma concessa all'utilizzo 50.000 MHz, 51.000 MHz;
  • potenza massima al trasmettitore: Licenze Ordinarie (I, IK, IZ) 500 W, licenze Speciali (IW) 50W. 
Six Italia Homepage
 
Copyright © 2017 SIXITALIA.org. All Rights Reserved.
Joomla! is Free Software released under the GNU/GPL License.